Sei in: ATESSA -> POLITICA
Inserito da Antonio Calabrese
Fossacesia, tre giorni di...
fossacesia-disinfestazione_1.jpeg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio: l’ex portiere d...
opara emmanuel 2-casalbordino.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Lotta alla droga e sicure...
valle in sicurezza p.jpg

11/01/2019

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Progetto Atessa: 'L'Ospedale torna ad essere un fantasma che appare e scompare in funzione della campagna elettorale'

Visto 1387 volte

COMMENTA

luca finocchio 110119

Comunicato Stampa

L’OSPEDALE DI ATESSA TORNA AD ESSERE UN FANTASMA CHE APPARE E SCOMPARE IN FUNZIONE DELLA CAMPAGNA ELETORALE

ospedale atessa 110119 

Si riportano le dichiarazioni ultimamente apparse sulla stampa locale circa le sorti dell’ospedale di Atessa:

  • “Non è un fatto teorico ma pratico…..riapertura del Pronto soccorso, ripristinata Medicina, a gennaio sarà riavviata l’area chirurgica…”

 

  • Nuova vita per l’ospedale di Atessa:….i primi due ricoverati nel reparto di Medicina  passati dal Pronto soccorso. Nel San Camillo si respira un nuovo clima, i medici e il personale paramedico sono soddisfatti e pronti all’ accettazione di una nuova sfida. «È il primo pilastro per il futuro del nostro ospedale, a gennaio aspettiamo il secondo».

 

  • Atessa, ospedale riaperto 20 posti letto a Medicina”  

 

  • L’ospedale di area disagiata prevede un Pronto soccorso che effettua ricoveri in medicina, dove ci sono 20 posti letto, 5 di questi saranno destinati alla piccola chirurgia, la day-surgery, che sarà attivata entro gennaio. Un paziente che va al Pronto soccorso per un problema medico, sarà visitato e, eventualmente, ricoverato”

 

  • L’ospedale San Camillo torna a vivere” 

 

  • Il San Camillo di Atessa non è morto: l’inizio della conversione in ospedale di area disagiata è cosa certa. Ieri, nell’aula del consiglio comunale, ne hanno dato comunicazione…….

 

  • “Ospedale di zona disagiata Al via la riconversione. Atessa. Oggi l’annuncio ufficiale della riapertura di Pronto soccorso e Medicina… Alle 11,30 conferenza con Paolucci “ 

 

Queste le dichiarazioni alquanto enfatiche sulla riapertura dell’ospedale di Atessa.

Riapertura sulla quale Noi siamo stati sempre prudenti , e non perché non ci crediamo, ma semplicemente  perchè l‘ospedale di area disagiata non è affatto un ospedale come era una volta il San Camillo.  L’Abbiamo votato, e non ce ne pentiamo,  perche’ era ed è  il minore dei mali, ma abbiamo sempre detto che bisognava andare oltre la situazione di ospedale di zona disagiata; questo ovviamente allorquando si fosse già realizzato il primo obiettivo.

Ma il problema di oggi è che NIENTE di quanto detto sta funzionando. Infatti, se si eccettua la buona volontà, lo spirito di abnegazione e la disponibilità dei medici e del personale, soprattutto presso il  pronto soccorso, nulla funziona perché i medici ed il personale specialistico  non ci sono. Medicina chiude alle 17.00. Quindi non è vero che è riaperta. Il personale infermieristico è quello di prima e nessuno dei tanti che lavorano a Lanciano, in missione da Atessa, sono stati quanto meno avvicinati, così come i medici,  per  un eventuale ritorno. Pertanto di che parliamo?

Struggente , preoccupante, allarmante ( ci si consenta questo termine in senso assolutamente letterale n.d.r.)  le dichiarazioni del nostro concittadino MINALE, che non è uno qualunque. E’ un atessano che, oltre ad onorare con le sue opere il proprio paese, ha creduto alle parole date, alle dichiarazioni fatte, ai proclami esternati. E’ uno che ha subito sulla sua persona le bugie dell’assessore Paolucci che, ormai, sembra aver preso l’abitudine, quand’è Natale, di venire a …raccontarci le favole . Ma il personale, oggi, è alquanto inferocito per cui si sconsigliano visite nell’immediatezza

Noi avevamo già denunciato questa situazione, asserendo che negli ultimi atti aziendali non si citava Atessa. Non c’era alcun movimento di medici, di infermieri, di apparecchiature.

Comunque sia, tanto per restare nel canovaccio della solita opera, siamo certi che, tra qualche giorno sicuramente si  tirerà fuori la ennesima delibera con la quale si parlerà ancora della funzionalità dell’ospedale di  Atessa e si faranno altre conferenze stampa.  Ma sarà tutta una presa in giro perché l’unico desiderato  obbiettivo è carpire qualche voto in campagna elettorale,  creando la illusione della riapertura completa  dell’ospedale di Atessa, per poi dare la colpa a chi vince che nulla è stato fatto, che tutto si è guastato per colpa dei vincitori, come, peraltro, sta già accadendo nei confronti del Governo attuale.

Ora, alla luce delle testimonianze e degli indizi certi, concreti e diretti che rappresentano una situazione dell’ospedale di Atessa ben diversa da quella pubblicizzata, occorre un atto di umiltà e dire le cose come stanno:

  • Innanzitutto che l’ospedale di Atessa – comunque vadano le cose – non sarà mai più come era una volta;
  • Che l’ospedale di zona disagiata ha servizi limitati e chiarirli una volta per tutte;
  • Che sino ad oggi nulla è stato fatto per cercare di muovere personale infermieristico e medico verso l’ospedale di Atessa;
  • Che il reparto medicina è una finzione dal momento che alle 17.00 chiude l’accesso ai pazienti e, quindi, anche il pronto soccorso, pur efficiente, non è in grado di effettuare ricoveri ed è costretto a deviare su Lanciano.

In relazione a quanto detto è necessario che il nuovo Governo regionale prenda a cuore le sorti dell’ospedale di Atessa e, partendo dalla situazione di base dell’ospedale di zona disagiata, possa prevederne un incremento tale da riavvicinarlo alle esigenze della popolazione circostante.

Per quanto attiene alle dichiarazioni  fantasiose sin qui esternate e riportate dalla stampa locale, ci si chiede come mai si persegue penalmente, rinviandolo, ahimè, a giudizio, chi ha rappresentato un pericolo, sempre immanente, della possibilità di un avvicinamento di minori all’uso di stupefacente e di una ipotizzata creazione di comitati spontanei di cittadini in difesa dei propri figli, e nulla si fa nei confronti di chi diffonde notizie prive di fondamento che, comunque, hanno a che fare con la sicurezza dei cittadini in fatto di salute,  che è e deve essere un bene garantito a tutti nel migliore dei modi, senza alcuna presa in giro??

 

 

                                                                                                                                                              Carmine Fioriti

                                     ( Consigliere di minoranza )

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia