Sei in: ATESSA -> CRONACA
Inserito da Antonio Calabrese
Antenne di Monte Pallano:...
nasuti raffaele-sindaco di bomba.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Eccellenza): fini...
de vincentiis fabio_1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Ortona, intervista al Sin...
leo castiglione_2.jpg

05/06/2020

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Uniti per Atessa ai dissidenti del centrodestra: 'Errare è umano, perseverare sarebbe diabolico'

Visto 731 volte

COMMENTA

bcc 0506203

COMUNICATO

"UNITI PER ATESSA" ai dissidenti del centrodestra: "ERRARE E' UMANO, PERSEVERARE SAREBBE DIABOLICO"

uniti per atessa 050620Il centrodestra si spacca sull'ospedale di Atessa. Il contrasto e la lite tra l'ex sindaco e l'ex vicesindaco di LiberAtessa sono la riprova che il progetto concepito, dalla Lega e dagli affini, sul futuro del "San Camillo de Lellis", non trova il consenso sperato neppure tra gli alleati perché i tanti fondi a disposizione per riordinare la rete ospedaliera, in epoca di epidemia, non sono finalizzati a curare, per la nostra popolazione, anche le altre patologie diverse dal Covid. Se ne è accorto più di qualcuno ormai nel centrodestra atessano e il “re è nudo”. Ecco perché le richieste di “ collaborare” al progetto, che serve a spendere tanti soldi e a sacrificare l'ospedale che ci spetta. si infrange contro la realtà dei fatti.
Se non ci danno prima l'ospedale vero e proprio con tutto quello che comporta, come abbiamo spiegato più volte, il Covid Hospital è solo un cavallo di Troia per impiantare, dentro il "San Camillo", un PTA, cioè una struttura territoriale, come è capitato ad altri Comuni che hanno perso il loro nosocomio. L'imbroglio è evidente e lo stanno capendo finalmente anche settori importanti del centrodestra. Meglio tardi che mai.
Del resto, che cosa ci si può aspettare da chi sostiene che il "San Camillo" non è più ospedale dal 2016? La Lega e gli affini mentono, sapendo di mentire, perché non dicono che il grande smantellamento è avvenuto tra il 2011 e il 2013, con la chiusura di chirurgia e ortopedia, quando governavano Chiodi e alcuni assessori che oggi sono di nuovo alla guida della Regione.
Auspichiamo, a questo punto, che gli esponenti di centrodestra non subalterni alla Lega ritirino la propria firma dalla mozione, scritta a Pescara con l'assessore Verì, e presentata all'ultimo consiglio comunale di Atessa, per avallare un progetto penalizzante per un intero comprensorio.
Errare è umano, perseverare sarebbe diabolico.

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia