Sei in: ATESSA -> CRONACA
Inserito da Antonio Calabrese
Uniti per Atessa ai dissi...
logo uniti per atessa_61.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Villa Santa Maria, gli st...
Foto 5A p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Lega Atessa: 'Ecco la ver...
pellegrini enzo (2)_21.jpg

05/04/2020

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Borrelli: 'Basta mistificazioni, unità in difesa del San Camillo'

Visto 1202 volte

COMMENTA

bcc 050420

BASTA MISTIFICAZIONI, UNITÀ IN DIFESA DEL SAN CAMILLO

Visto che non si placano le polemiche di chi vorrebbe continuare a mistificare i fatti accusando me e altri sindaci di aver chiesto il Covid Hospital provocando l’epilogo che è sotto gli occhi di tutti, vi ripropongo il testo della lettera inviata il 6 marzo alla Asl. Mi dicano questi signori se io e il presidente del consiglio comunale, Enrico Flocco, abbiamo chiesto di smantellare alcunché per metterci un Covid Hospital come quello che stanno attrezzando o se abbiamo offerto i piani inutilizzati   del San Camillo per le quarantene, così come sollecitato dalla protezione civile regionale. In quella lettera abbiamo anche sottolineato che erano a disposizione, qualora fosse stato necessario, le sale operatorie (già attrezzate!) per le chirurgie programmate di Lanciano e Vasto. Nel successivo intervento, in data 10 marzo, dei 47 sindaci del territorio, preoccupati per "l'evolversi della situazione epidemiologica", viene chiesto di attivare reparti di rianimazione e terapia intensiva a Atessa e Casoli. La Asl, con sua delibera del 12 marzo, non prende in considerazione Casoli e decide di sgomberare completamente l'ospedale di Atessa, per utilizzarlo come "Covid hospital" con terapia intensiva e rianimazione. Sappiamo come è andata a finire.  Basta difendere l’indifendibile e UNITÁ IN DIFESA DEL SAN CAMILLO!

ospedale atessa 050420

Atessa, 06.03.2020

 

 

                                                                               Al Direttore Generale

                                                                               della Asl

                                                                               Lanciano-Vasto-Chieti

                                                                               Ing. Thomas Schael

 

                                                                Al Coordinatore Aziendale

                                                                               Dott. Angelo Muraglia

 

                                                                     p.c.    Alla Regione Abruzzo

                                                                               Struttura di Missione

                                                                               per il superamento di                                                                                             emergenze

                                                                               di Protezione Civile

 

 

OGGETTO: Emergenza Covid-19. DCM del 31.01.2020. Ricognizione di strutture non militari idonee ad ospitare persone in quarantena.

 

 

          In relazione alle indicazioni della Regione Abruzzo (prot. 4400 del 04.03.2020) di individuare luoghi idonei, per mettere in quarantena, nel nostro territorio, pazienti affetti da coronavirus, valutiamo che possano essere messi a disposizione i due piani dell’Ospedale Civile “San Camillo de Lellis”, attualmente vuoti e non destinati a nessuna funzione.

 

          Si tratta del primo e secondo piano che, in passato, ospitavano i reparti di chirurgia ed ortopedia. I due piani hanno accessi autonomi.

 

          In quelle ali dell’Ospedale possono essere attrezzati dalla Asl oltre quaranta posti letti con relativo personale sanitario.   

 

          Nel caso, tuttavia, in cui fosse necessario predisporre uno spazio pre triage, è disponibile un ampio parcheggio, che può accogliere tende o altre strutture mobili per lo smistamento dei pazienti in arrivo e la scelta del percorso diagnostico terapeutico più idoneo.

 

                    Cogliamo l’occasione per fare anche presente che Atessa dispone di sale operatorie perfettamente a norma.

 

 

 

          Tenuto conto delle problematiche che si sono venute a determinare, in questo periodo, prevalentemente negli Ospedali di Vasto e Lanciano, pensiamo che possa essere utile alla Asl ospitare al “San Camillo de Lellis” – cinque giorni a settimana – interventi chirurgici programmati.

 

          In attesa di un cortese riscontro, porgiamo cordiali saluti.

 

 

                    Il Sindaco                                 Il Presidente del Consiglio Comunale

          Giulio Sciorilli Borrelli                                 con delega alla Sanità

                                                                                  Dott. Enrico Flocco

 

 

 

 

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia