Sei in: SPORT
Inserito da Antonio Calabrese
'La maggioranza del Sinda...
intervista pellegrini p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Fondi dell'8 x mille dest...
scuola fossacesia p copia_1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Fara San Martino: in rico...
pegaso 4p.jpg

05/12/2021

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Calcio a 5 (Serie C1): il Minerva supera il fanalino di coda La Fenice e continua la rincorsa alla vetta

Visto 1017 volte

COMMENTA

1m 041221

Calcio a 5 (Serie C1): il Minerva supera il fanalino di coda La Fenice e continua la rincorsa alla vetta

La classifica parla chiaramente, con i diciotto punti che separano attualmente il Minerva dal fanalino di coda La Fenice che non dovrebbero dare adito a grossi sconvolgimenti, e l’esito dell’incontro odierno al Pala Santa Filomena dovrebbe dare ragione al quintetto di mister Marianetti, ma parliamo di sport e non di scienze matematiche, per cui l’imponderabile va sempre messo in conto. Ad ogni modo, sarà il campo a dare il responso definitivo, con i padroni di casa a caccia dei tre punti per mantenersi arpionati alle nobili del raggruppamento. I ragazzi del Presidente Dosa, ovviamente, non vogliono fare lo zerbino ai quotati rivali, ma anzi cercheranno di vendere cara la pelle e portare a casa punti di vitale importanza per rimanere aggrappati alla flebile speranza di salvezza.

minerva-la fenice 1 0412212m 0412213m 041221

Contrariamente alle previsioni, i ragazzi di mister Corrado si dimostrano un osso particolarmente indigesto, e non danno grossi margini di manovra ai padroni di casa, insidiosi in un paio di occasioni con Di Nardo, ma Palumbo riesce a metterci una pezza. Tuttavia, il vantaggio chietino è destinato ad arrivare, e si manifesta ufficialmente al 12’, grazie a Dell’Oso che va all’incasso con un preciso diagonale che termina la sua corsa nell’angolo più lontano.

minerva-la fenice 2 0412214m 041221

Dosa suona la carica ai suoi, con una insidiosa ripartenza neutralizzata da Ambrosini, e con un successivo affondo corale imbastito da capitan Salvi e rifinito da Virgilio, che offre a Dosa un pallone invitante, disinnescato dai legni che danno una grossa mano ad Ambrosini, il quale ringrazia per lo scampato pericolo che coinvolge, poco più tardi, il suo omologo marsicano Palumbo, che invece deve arrendersi nuovamente. Stavolta è Di Nardo a castigarlo, con un aggancio e una rovesciata dalla sinistra, che finalizza al meglio il suggerimento del compagno di squadra Corregiari.

minerva-la fenice 3 0412216 041221

Sull’altro fronte, capitan Salvi cerca di mantenere i suoi in carreggiata, ma fallisce una ghiotta opportunità sotto misura. Non va molto meglio al chietino La Rovere, disinnescato dal reattivo Palumbo. E la gara si riapre parzialmente al 23’, quando Salvi va stavolta a concludere adeguatamente, riducendo il divario con un tocco decisivo sul tiro-cross dalla destra del suo compagno di squadra Virgilio. Il Minerva, che prova a ripristinare il divario con Pantalone senza riuscirvi, chiude il primo atto sul vantaggio risicato rispetto ai rivali, ai quali spetta l’ultimo infruttuoso sussulto del primo atto, con Dosa che cerca e trova un pertugio dal limite, ma la sfera si impenna oltre l’incrocio dei pali.

minerva-la fenice 4 0412217 041221

Al riavvio dei giochi, i tentativi della squadra ospite non sortiscono effetti significativi, ma anche per i locali non vi sono grandi spazi da sfruttare per prendere il largo. Basti pensare che il primo acuto signifitivo del secondo atto arriva all’altezza del quarto d’ora, con Palumbo reattivo nell’arginare il temibile fendente dalla destra di La Rovere. M a anche il suo omologo Ambrosini fa buona guardia, sull’altro fronte, per annullare la temibile stoccata di Liuzzi. Di Nardo fa le prove generali con Palumbo che si salva al primo tentativo, ma che deve cedere al 22’, quando il 9 del Minerva spinge in rete l’invitante traversone dalla destra di Pantalone, che più tardi parteciperà in prima persona al banchetto del goal. Prima, però, bisogna segnalare la rabbiosa reazione della squadra ospite, che prova vanamente a rientrare in corsa, ma un nuovo legno si oppone stavolta a Liuzzi, e Ambrosini si distende per arginare la battuta a rete Di Dosa. Sarà il canto del cigno per la truppa avezzanese, costretta ad arrendersi per la quarta volta, e in questo caso, come detto, il poker del Minerva è griffato da Pantalone, che realizza a ridosso della sirena, con una rasoiata in corsa che non lascia scampo al pur bravo estremo marsicano.

8 041221

Il tabellino della gara:

Minerva: Ambrosini, D’Intino, Ciccotosto, D’Antonio, Corregiari, Cornacchia, Zamperini, La Rovere, Di Nardo, Pantalone, Dell’Oso, Carabella.

Allenatore: Ennio Marianetti

La Fenice: Palumbo, El Khayali, Di Paolo, Casillo, Dosa, Petrei, Salvi, Virgilio Niccolò, Liuzzi, Paris, Creati.

Allenatore: Corrdao Virgilio

Primo arbitro: Alessandro Di Virgilio di L’Aquila

Secondo arbitro: Francesco Tiberi di Teramo

Marcatori: 12’pt Dell’Oso (1-0), 19’pt Di Nardo (2-0), 23’pt Salvi (2-1), 22’st Di Nardo (3-1), 31’st Pantalone (4-1)

Ammoniti: Dell’Oso (M); Dosa (LF)

 

 

 

 

 

 

 

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia