Sei in: SPORT
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio e Covid, la Casola...
logo casolana 2017-medio_4.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
'La Resistenza in Abruzzo...
LA RESISTENZA IN ABRUZZO 2.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
2 X 2 Sotto a chi tocca (...
2x2 seconda puntata.jpg

27/09/2020

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Calcio (Eccellenza): Casalbordino beffato dal dischetto nella prima gara casalinga stagionale, i tre punti vanno al Delfino Flacco Porto

Visto 879 volte

COMMENTA

Calcio (Eccellenza): Casalbordino beffato dal dischetto nella prima gara casalinga stagionale, i tre punti vanno al Delfino Flacco Porto

Dopo il poker inaugurale del Guido Biondi, con un Lanciano in verità ancora in fase di assemblaggio, la matricola Casalbordino può ufficialmente inaugurare la sua prima e storica apparizione in Eccellenza in una gara teoricamente casalinga, anche se a porte semiaperte per le note vicende del Covid, e sul neutro permanente di Scerni, casa giallorossa per questa stagione forzatamente lontana da Casalbordino, per altre e note ragioni. Al “Di Vittorio” arriva il Delfino Flacco Porto, alla terza stagione consecutiva in categoria, reduce dal pareggio interno con i Nerostellati di Pratola Peligna. Così come in tutti gli impianti della penisola, si osserva un minuto di raccoglimento per commemorare Daniele De Santis, arbitro della sezione di Lecce barbaramente assassinato nei giorni scorsi insieme alla fidanzata.

casalbordino-delfino 1 270920

La partenza dei giallorossi è promettente, con la difesa portuale che se la cava sull’iniziale affondo del duo De Vizia-Mangiacasale.

 Poco dopo, Testi resiste agli interventi dei difensori avversari, e penetra in area, ma viene anticipato dalla tempestiva uscita dai pali di Falso. Il primo affondo biancazzurro dalle parti di Tano arriva al quarto d’ora, con Sardella che approfitta dello svarione difensivo di Pifano e prova a colpire da posizione defilata, ma la sfera si spegne a fondo campo. Il numero 19 ospite si ripete al 23’, e stavolta la mira è decisamente migliore, ma trova il legno traverso a negargli maggiori soddisfazioni. Anche in questo frangente, è uno svarione della difesa giallorossa a dargli i giusti spazi per colpire da ottima posizione. Il buon momento pescarese va a chiudersi con l’affondo per vie centrali di Gobbo Carrer, che all’altezza del limite d’area spedisce a fondo campo.

casalbordino-delfino 2 270920

La replica casalese è immediata, con l’irruzione in area ospite di Testi, ben imbeccato da Mangiacasale ma arginato dalla temeraria ma tempestiva chiusura di Sabatini. Il panzer casalese fa tanto movimento ma non riesce a concretizzare, e al 40’, dopo una caduta in area pescarese viene sanzionato con il cartellino giallo, per simulazione. Il primo atto va in archivio con altre incursioni infruttuose della truppa di mister Soria, che cerca di graffiare con lo stacco di Pifano, sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, e con il destro in area di Letto, smorzato provvidenzialmente sul fondo dal tocco di Albanese. Alla ripresa delle ostilità, i ragazzi del patron Santoro ripartono con propositi ugualmente bellicosi, anche se il siluro dal vertice d’area dell’esperto Della Penna sorvola la trasversale senza dare grossi grattacapi all’appostato Falso.

casalbordino-delfino 3 270920

Sull’altro versante, grosso brivido anche per Tano, che guarda con apprensione lo stacco in area di Petre, puntuale a colpire il pallone sullo spiovente dalla sinistra di Falco, la mira non lo sorregge adeguatamente e la sfera si spegne sul fondo. I giallorossi replicano con Mangiacasale, che al 3’ addomestica al limite d’area ma calcia debolmente verso l’appostato estremo pescarese. La truppa del patron Paluzzi torna in zona d’attacco, con Sardella abile ad agganciare un lancio dalle retrovie e a portarsi in zona tiro, ma Tano esce con giustezza e anticipa l’attaccante avversario al momento della battuta a rete. Poco oltre il quarto d’ora, sale in cattedra il direttore di gara, che estrae due cartellini rossi nell’arco di una manciata di secondi, dapprima verso un componente della panchina portuale, e subito dopo all’indirizzo di Tine Mori, sanzionato per somma di ammonizioni, dopo il fallo da tergo ai danni di Letto.

casalbordino-delfino 4 270920

L’inattesa superiorità numerica ringalluzzisce la squadra giallorossa, che intensifica le proprie offensive dalle parti di Falso, decisivo per vincere il doppio duello ravvicinato con l’avanzato Pifano, ma quest’ultimo riesce a riscattarsi pochi secondi dopo, quando sugli sviluppi di una rimessa laterale a lunga gittata di capitan Fusaro ha il merito di rimanere in zona d’attacco e di approfittare dell’errato disimpegno di  Petre, che gli offre un succulento e involontario assist, decisivo per consentire al 5 giallorosso di colpire e infilare nel sacco. I padroni di casa cercano di chiudere la pratica con il doppio tentativo di Testi, ma il possente bomber casalese ha le polveri bagnate e dopo la prima conclusione neutralizzata da Falso, sparacchia sul fondo da buona posizione.

casalbordino-delfino 5 270920

I pescaresi ringraziano per lo scampato pericolo, e sfiorano a loro volta il pari con l’invitante pennellata da fermo di Di Nisio, intercettato maldestramente dagli appostati Molenda e Petre. Va decisamente meglio al 41’, anche se in maniera alquanto fortuita. Il pallone carambola infatti sul braccio del neo-entrato Di Filippo, e da regolamento il signor Arnese di Teramo può mettere a verbale l’assegnazione del tiro dal dischetto, del quale si incarica il bomber Petre, implacabile nell’esecuzione che permette ai suoi di ristabilire il risultato di parità. Il Casalbordino ha una buona opportunità con il puma Iaboni, rientrato in campo da pochi minuti dopo 10 mesi di inattività, ma la sua incornata non è quella dei giorni migliori.

casalbordino-delfino 6 270920

Dal possibile raddoppio casalese, la gara si incanala inaspettatamente verso un epilogo a tinte biancazzurre, e i destini della gara si compiono ancora dal dischetto. Stavolta, l’episodio è piuttosto dubbio, con il direttore di gara che indugia qualche istante ma poi indica la lunetta, ravvisando il fallo in area di  Pifano sul neo-entrato D’incecco. E dagli undici metri, Petre non si fa pregare e griffa la sua personale doppietta dagli undici metri. Non vi sarà tempo per assistere ad una replica casalese, e al triplice fischio a gioire sono i ragazzi di mister Bonati.

casalbordino-delfino 7 270920

Il tabellino della gara:

Casalbordino:  Tano, Di Donato (14’st Di Filippo), Romano, Della Penna (38’st Santarelli), Pifano, Fusaro, Mangiacasale, Gagliano, Testi, Letto (38’st Iaboni), De Vizia. A disposizione: Celso, Frangione, Rossetti, Trisi, Ciancaglini, Donatelli.

Allenatore: Giuseppe Soria

Il Delfino Flacco Porto: Falso, Palermo, Sabatini (29’st Di Nisio), Bruno, Tine Mori, Silvestri, Petre, Gobbo Carrer, Falco, Lupo (13’st Giannini), Albanese (27’st Bertozzi), Sardella (25’st D’Incecco). A disposizione:

Allenatore: Guglielmo Bonati

Arbitro: Pierludovico Arnese di Teramo (Assistenti: Alberto Colonna di Vasto e Federico Cocco di Lanciano)

Marcatori: 20’st Pifano (0-1), 41’st Petre rigore (1-1), 48’st Petre su rigore (1-2)

Ammoniti: Romano, Della Penna, Di Filippo (C); Gobbo Carrer (D)

Espulso: 17’st Tine Mori (D) per somma di ammonizioni

casalbordino-delfino 8 270920

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia